La famille de l'Incarnation

Fraterntà dell Incarnazione

menu

Home > Ursulines de Jésus > Nos lieux de mission > Italie > Loreto : una visita speciale

Other languages :   fr  

Loreto : una visita speciale

Tutte le versioni di questo articolo: [français] [italiano]

Il 9 Aprile 2018, festa dell’Annunciazione del Signore

La visita di quest ‘anno a Loreto, alla famiglia dell’Incarnazione, è stata resa speciale dalla presenza di Padre RAFAEL ,superiore generale dei nostri padri

La visita di quest ‘anno a Loreto, alla famiglia dell’Incarnazione, è stata resa speciale dalla presenza di Padre RAFAEL ,superiore generale dei nostri padri. Al nostro gruppo rivaltese, composto da Noi Suore, Adelina, Agnese, Annalisa e Giusy si sono unite Suor Bruna, Suor Maria Paola, e quattro amiche dell’Incarnazione di Rivalta : Antonia, Claudia, Federica e Tilde, che con la loro vita incarnano il carisma di Louis-Marie Baudouin e lo vivono nel farsi dono per gli altri.

Siamo partiti insieme da Rivalta l’8 aprile 2018 , dopo la S. Messa delle 9.30, Il nostro desiderio era di far sentire la nostra vicinanza al gruppo di Loreto e di portar loro tutto il nostro affetto, perché ancora adesso sentono molto la mancanza delle nostre suore, ma soprattutto desideravamo rendere grazie al Signore per tutto quello che ci ha dato gratuitamente in questi anni


A Loreto siamo state alloggiate presso la comunità del Padri Venturini, molto amici delle suore Orsoline , soprattutto di Suor Carmela ,i quali ci hanno accolti con grande semplicità, gentilezza e disponibilità.

Il 9 Aprile, festa dell’Annunciazione del Signore, alle ore 18.30 , nella Basilica di Loreto, abbiamo vissuto un momento speciale. In un clima di familiarità e di grande emozione, la giornata culminava nella solenne Concelebrazione Eucaristica, presieduta dall’arcivescovo Fabio del Cin ( con 34 sacerdoti, tra cui il nostro Padre Rafael) . La celebrazione, sebbene molto solenne e molto curata aveva uno stile sobrio e la partecipazione viva del popolo di Dio, presente in basilica, ha facilitato molto il raccoglimento e la preghiera.

Terminata la Santa Messa, in processione ci siamo recate nella Santa Casa della Madonna e in questo luogo abbiamo rinnovato un si speciale. I laici di Loreto hanno rinnovato le loro promesse . Noi suore abbiamo rinnovato i nostri voti. Diverse le parole usate, ma uguale il significato: l’impegno a vivere nella propria quotidianità il Carisma dell’Incarnazione.
Dopo il rinnovo dei voti e delle promesse è stato posato ai piedi dell’altare un omaggio floreale alla Madonna, portato con amore dalla “suora più giovane “, quasi novantenne, Suor Bruna.

E’ stata per noi un’ importante conferma di appartenenza alla Congregazione e di volontà a camminare insieme in questa preziosa via. Bello avere la consapevolezza che il nostro Carisma è un dono per tutti, non soltanto per le suore, ma anche per i laici. Questo ci aiuta a vivere nella quotidianità. Fare comunione con i laici dà molto a noi suore , il carisma è dei cuori semplici, ci è stato donato e così è diventato parte di noi. Un dono fatto di cose piccole e Dio ama le cose piccole. Sentirsi parte di una famiglia ampia, corpo vivo e attivo, ci dà il coraggio di vivere con impegno e responsabilità la missione che ci viene affidata.

Dopo la celebrazione dell’Eucarestia siamo stati allietati da una squisita cena preparata ed offerta con tanto amore e buon gusto dalla Fraternità di Loreto.

Alla fine, possiamo dire di aver vissuto una bellissima esperienza di comunione. Un bilancio positivo, quindi, che ci fa già puntare al prossimo incontro. La frase che più è rimasta nel cuore è stata quella che tanti, in vari modi ci anno detto: Che bello che ci siete, grazie … ritornate!
Tutti ci auguriamo di incontrarci nuovamente molto presto.

Suore, Adelina, Agnese, Annalisa e Giusy-Rivalta