La famille de l'Incarnation

Fraterntà dell Incarnazione

menu

Home > Ursulines de Jésus > Notre histoire > Le nostre origini

Other languages :   es     en     fr  

Le nostre origini

Tutte le versioni di questo articolo: [English] [Español] [français] [italiano]

1797 : LES SABLES D’OLONNE

Louis-Marie Baudouin, giovane della Vandea, ordinato sacerdote nel 1789, è imprigionato durante la Rivoluzione Francese, poi va in esilio in Spagna. Al ritorno, a Les Sables d’Olonne , deve ancora nascondersi.
Qui incontra
Charlotte-Gabrielle Ranfray, suora ospedaliera di clausura di La Rochelle. L’invita a lasciare la "dolce solitudine del suo monastero", per raggiungere i poveri, i piccoli, tutti quei bambini che hanno bisogno di essere educati, guidati, tutti quei malati bisognosi di cure, e per sostenere i sacerdoti nella loro missione d’evangelizzazione.

1802 : CHAVAGNES !


Il 2 luglio Charlotte-Gabrielle Ranfray, con cinque compagne, arriva su un carro a Chavagnes, dove Louis-Marie Baudouin è parroco da un anno.
Chavagnes-en Paillers è diventata la culla della Congregazione, a noi piace ritornarvi e ritrovarvi la linfa delle origini.
Da questo luogo,

"Siamo inviate per vivere , insieme ,in comunità.
Radicate nella realtà concreta, vogliamo accogliere la vita
del popolo con il quale camminiamo, e cooperare con lui
per l’avvento di un mondo di giustizia e di fraternità.
Incessantemente dobbiamo spogliarci di noi stesse,
lasciarci trasformare dallo Spirito del Vangelo
che ci rende inventive
e capaci di agire con audacia."

Libro di Vita, n° 7

In Bolivia, Dominique infermiera
che cura i bambini